DALLA PRIMA ALLA SECONDA PRATICA - MONTEVERDI 450

Domenica 15 ottobre ore 20.30

Musiche madrigalistiche di Claudio Monteverdi

Soprano: Monica Piccinini, Anna Simboli

Alto: Andres Montilla

Tenore: Gianluca Ferrarini, Raffaele Giordani

Basso: Matteo Bellotto

Direttore: Rinaldo Alessandrini

CONCERTO ITALIANO

È l'anno monteverdiano della nostra vita: 450 anni dalla sua nascita (1567). Ecco dunque un concerto in suo omaggio, con titolo un po' misterioso, “Dalla prima alla seconda pratica”, che allude al passaggio dalla prima pratica compositiva (quella all'antica) alla seconda, la Melodia, prima però in ordine all'antica. Altro non è che una ricca antologia dai primi otto libri di Madrigali. Perché Monteverdi riesce a risvegliare i nostri sensi al pari di Verdi, Bizet o Puccini? si chiede Rinaldo Alessandrini nel suo libro “Monteverdiana”. “Monteverdi fu un vero rivoluzionario – risponde – : non inventò nuove forme in verità, ma le modificò in un modo mai visto prima, rendendole capaci  di effetti inediti  e fortemente coinvolgenti per l'ascoltatore”. E conclude “Ma la musica di Monteverdi vuole essere scoperta e riscoperta, sfugge alle regole e incanta con l'imprevisto. Cercate di creare una particolare attitudine all'ascolto della sua musica, fatta allo stesso tempo di passività e vigile sensibilità: lasciatevi trafiggere dalle dissonanze, stordire dalla bellezza timbrica, vivete la passione. Monteverdi dà la possibilità alla vita di tutti quelli che lo ascoltano d'imitare l'arte e toccare con mano la bellezza”.

Acquista Biglietti